Home Staging

Che cosa è?

L’Home Staging è uno strumento che aiuta i proprietari di casa a valorizzare un immobile con l’obiettivo di favorirne la vendita o la locazione. Il termine è composto dalle parole inglesi “home” (casa) e “stage” (palcoscenico) e si riferisce alla capacità di allestire casa per mostrarla al meglio.

Perché tutto ciò?

Per vendere l’immobile in tempi più brevi e sicuri. Grazie a una presentazione degli ambienti più studiata e accurata, l’acquirente è infatti più invogliato alla visita dell’immobile e al conseguente acquisto. La tempistica, grazie a questi accurati accorgimenti, può ridursi anche del 70% rispetto ai tempi di vendita dichiarati dagli associati a Home Staging Lovers (58 giorni) e quelli ufficiali (7,1 mesi secondo il sondaggio congiunturale di Bankitalia e Tecnoborsa).

In cosa consiste?

Home Staging significa: cambiare la disposizione dei mobili, dare un tocco del giusto colore, scegliere i complementi più adatti e curare l’illuminazione. Possono bastare pochi interventi, eseguiti da un home stager, assieme a un servizio fotografico professionale, per cambiare volto a un immobile e far scattare il colpo di fulmine con i compratori. Il professionista che andrà a svolgere tale servizio avrà competenze non soltanto in arredamento d’interni, ma anche di decorazione, fotografia e marketing. Infatti, è necessario attingere a differenti campi di conoscenza per poter presentare un prodotto completo e soddisfacente. Verranno realizzati differenti elaborati, tecnici e non, nei quali sarà possibile valutare quali potenzialità sono insite nell’immobile e ciò che invece bisognerà mitigare ai fini di una vendita immobiliare.

    

Pertanto, l’Home Staging si compone e si manifesta per mezzo di immagini; esse sono il primo mezzo attraverso il quale la casa in vendita potrà suscitare l’interesse iniziale fra mille proposte a portata di click. Per far ciò è necessario affidarsi all’esperienza dell’home stager, figura differente sia dall’interior designer che dall’architetto che dall’agente immobiliare. Tale professionista grazie alle proprie conoscenze di marketing immobiliare sarà in grado di progettare e allestire la casa dei sogni per un possibile cliente, o meglio per molti possibili clienti; il nostro target di riferimento.

Il servizio così fornito consisterà in:

Studio del mercato immobiliare e del target di riferimento (capire a chi si vuole vendere e quali sono le esigenze, necessità e gusti da soddisfare);

Considerazione della zona in cui si trova l’immobile e del suo valore di mercato attuale;

Redazione di una proposta di valorizzazione immobiliare e verifica dell’attendibilità dell’investimento rispetto al budget messo a disposizione del cliente.

È possibile individuare delle fasi temporali attraverso il quale l’home stager rinnoverà l’immobile in questione.

Si comincia con la fase di analisi e progettazione: essa consiste nella visita dell’immobile e dello studio degli spazi, proporzioni, illuminazione, colore. Comprende, ovviamente, una valutazione dei pregi e dei difetti riscontrabili dal sopralluogo. A seguito di una ricerca di mercato, viene presentato un progetto che includa i tempi di realizzazione, i costi e il prezzo di vendita. In tale progetto deve essere incluso anche un piano marketing, in grado di definire chiaramente quali saranno le piattaforme per la pubblicizzazione della vendita, come effettuare degli annunci efficaci e quale sarà la proposta di comunicazione visiva professionale che si intende realizzare (fotografie, rendering, 3D e/o video).

La seconda fase consiste, invece, nell’Home Staging virtuale: consiste in un progetto di idee che illustra come l’immobile potrebbe apparire in seguito all’attività di Home Staging. Esso è composto da differenti elaborati, diversi caso per caso, normalmente rappresentate in un home book nel quale si individuano tutti gli elementi impiegati ai fini dell’ottenimento del risultato, quali i materiali, gli arredi, gli oggetti e tutto ciò che servirà per realizzare l’home staging fisico. Grazie a questa fase, sarà possibile inserire l’immobile nel mercato alcune settimane o, addirittura, alcuni mesi prima rispetto alla realizzazione dei lavori.

La terza ed ultima fase riguarda l’Home staging fisico: durante questa fase l’immobile viene preparato per poter accogliere i nuovi acquirenti e far provare loro una sensazione positiva e familiare. Si tratta di tutte quelle operazioni atte a modificare direttamente l’organizzazione degli ambienti, l’illuminazione, la distribuzione spazio-funzionale, ai fini di sollecitare ed attirare immediatamente l’attenzione di un possibile acquirente.

 

A chi è rivolto?

A tutti coloro che voglio vendere in tempi stretti la propria casa, al miglior prezzo e alle migliori condizioni. È un investimento che fornisce realmente un risultato diverso da quello che normalmente siamo abituati a vedere nelle presentazioni sia di privati sia di agenzie immobiliari, che si accontentano di pubblicare sui portali.

La possibilità di immettere subito nel mercato l’immobile, nelle condizioni che raggiungerà grazie all’Home Staging, garantisce il massimo profitto e il minor dispendio di tempo.

Su quali immobile si può intervenire?

Le attività e i servizi attraverso cui si esplica l’Home Staging sono rivolti maggiormente a edifici di nuova costruzione, ovvero ad edifici aventi un’età massima di 15 anni. Questo dipende dal fatto che la suddetta attività interessa delle operazioni di riammodernamento dell’immobile ai fini estetici, nonché variazioni dal punto di vista dell’organizzazione spazio-funzionale degli ambienti in questioni. Pertanto, non comprende tutti quegli interventi che, al contrario, agiscono sulle strutture portanti dell’edificio, ovvero sulle tamponature esterne e/o sui divisori interni. Non rientrano in questa categoria neanche le sostituzioni di infissi e, in generale, tutti quegli interventi di moderata entità che potrebbero interessare l’involucro esterno dell’edificio.

Perché è utile e quali benefici comporta?

L’Home Staging può essere definito un vero e proprio investimento. Il costo di tale servizio risulta essere inferiore alla riduzione di prezzo che l’immobile, stando sul mercato, riceverà dopo un lungo periodo di tempo di permanenza. Pertanto, uno dei vantaggi è sicuramente il costo del servizio. Vendere meglio la “nostra casa” procurerà maggiori risorse da dedicare alla nuova abitazione.

Ma la scelta che porta il proprietario di un immobile ad investire su di esso ai fini di una futura vendita, è determinata anche dal fatto che, una buona percentuale della stessa viene influenzata da un fattore non razionale che noi chiamiamo emozione e che attiene ad una sfera non oggettiva, della quale è necessario tenere conto. Soprattutto nel settore residenziale, l’acquisto scaturisce quasi sempre da un fatto emozionale, dall’essere entrati o meno in sintonia con un determinato ambiente. Dopo aver correttamente valutato il valore dell’immobile in base al mercato di riferimento, per poterlo commercializzare in maniera convincente dovremo concentrarci sulle sue condizioni e soprattutto su come si presenta agli occhi di un potenziale acquirente o conduttore ricordandoci che: “abbiamo una sola occasione per fare una buona impressione”.

Secondo una ricerca americana, infatti, si è scoperto che una buona parte degli acquirenti formulano la propria decisione all’acquisto di un immobile nei primi 90 secondi del sopralluogo. Pertanto, è determinante cogliere l’attenzione in questo periodo di tempo e far confluire all’acquirente la maggior parte delle informazioni attinenti all’immobile. Inoltre, 9 volte su 10 l’acquisto viene determinano da un vero e proprio “colpo di fulmine” che può manifestarsi solo se l’acquirente riuscirà in quel pochissimo tempo ad “innamorarsi” di ciò che vede, ma soprattutto, di ciò che “percepisce”. Bisogna investire per trasformare un semplice spazio in un luogo, al quale, colui che osserva, può sentire di appartenere. Ed è proprio questo senso di appartenenza che scaturirà la scelta finale di acquisto.

Capita spesso che chi vende, parte dal presupposto erroneo che il proprio immobile non abbia necessità di questo tipo, perché magari effettivamente l’immobile è bello esteticamente, o magari è “nuovo di zecca”.

Se si vuole realmente vendere in meno tempo e al miglior prezzo, si deve necessariamente presentarlo sul mercato in modo diverso, in modo che spicchi tra tutti quelli presenti in vendita, e pertanto va valorizzato. Chi decide di non farlo, perderà sicuramente molte occasioni, tempo e denaro.

Spostando adesso l’attenzione sul tempo necessario per la vendita, è dimostrato che l’Home Staging riduce il tempo di vendita fino al 75% rispetto a una vendita realizzata con mezzi tradizionali. E ciò si ripercuote notevolmente sui profitti, che saranno notevolmente più alti rispetto a quelli realizzati dopo mesi o addirittura anni a partire dal momento in cui si inserisce l’annuncio sul web.

Esempio di Home Staging

Negli esempi che seguono (Figura 1 e Figura 2), è possibile constatare come la percezione dello spazio venga completamente stravolta a seguito di un intervento di Home Staging. L’acquirente risulterà notevolmente più predisposto all’acquisto di un immobile che si presenta con determinati connotati spazio-funzionali e con determinati livelli di comfort, rispetto ad un immobile al quale non è stato realizzato non tipo di intervento. Come si evince dalle immagini, la presenza di un ordine regolatore dello spazio e l’utilizzo di colori idonei con le funzioni e la destinazione d’uso di uno specifico ambiente fanno sì che si instauri un rapporto più diretto e di tipo emotivo tra l’individuo e la “nuova casa da abitare”. Si tratta di ridare un’anima e un carattere a degli ambienti che li hanno momentaneamente persi. In secondo luogo, anche una riorganizzazione di uno spazio comune, eccessivamente caotico e soffocato dalla pesante presenza di cose superflue, può far riconsiderare l’idea che un individuo si crea di uno spazio, facendo sì che senta quasi la necessità di abitarvi, di viverlo.

Non si tratta soltanto di inserire una luce in un angolo o di colorare di grigio caldo le pareti, si tratta di un intervento indispensabile per poter, al giorno d’oggi, essere competitivi sul mercato e per poter essere scelti per la personalità e il carattere del vostro immobile.